Nuova edizione Bookeco Media: Maggio 2016

 

strixJuliaFront_small

Ebook: 1.49 euro
Amazon
Kobo
ISBN: 978-88-99561-14-7

Cartaceo: 10 euro, su Amazon

3d-book-smart-objectStrix_small

Cartaceo: 10 euro, su Amazon
ISBN: 9781533364845

 

recensioneStrix_ottobre2013

strix_recensione29Gennaio2016

L’essenza del romanzo  espressa con molta precisione dalla prefazione dell’editore Fabio Pinton e che riporto testualmente:

Julia, la strix, la strega che incontra Fosco Scionni in un momento delicato della sua vita, pur interpretando un personaggio fantastico, ha in realtà una forte valenza simbolica. Julia è un’astrazione di quanto può accadere e accade nel quotidiano, con frequenza maggiore di quanto possa sembrare: la causa scatenante di un’inclinazione dell’esistenza con conseguente messa in discussione delle priorità di una vita. Julia è l’imprevisto che fa saltare un sistema conclamato, che scardina la consuetudine di chi, a priori, si proclama e potrebbe essere considerato, immune da colpi di testa. La strix è la portatrice di magia che mina incastri ordinati e stabili non per il suo carico di sensualità, quanto di possibilità. È la promessa di un futuro diverso, più interessante. È l’incarnazione di un’alterazione dell’immaginario maschile. L’uomo avverte la pulsione per quel che potrebbe avere, che potrebbe conoscere, che potrebbe dividere con una donna altra dalla moglie. Pur trattandosi di una moglie amata, pur trattandosi di una moglie amata e incinta.

Le traversie psicologiche di Fosco Scionni ovviamente non pretendono di essere e non possono essere prese come modello universale di ogni individuo che si innamora pur essendo coinvolto in una relazione stabile e conclamata. Tuttavia egli rappresenta una fetta cospicua di individui passionali e ambiziosi che si pongono obiettivi sempre nuovi, che lavorano sodo e con continuità per conquistarli. Pur possedendo queste caratteristiche, Fosco Scionni non è un impulsivo, è consapevole del valore di quanto ha raggiunto e di quanto valga la sua compagna istituzionale. Ha investito tempo ed energie con convinzione per consolidare la sua realtà familiare e sociale. Eppure egli è disposto al baratto, quel che ha per Julia sebbene a fronte di garanzie. Pur vittima consapevole di una passione dilagante, non può esimersi da fare bilanci né si arrischia troppo nel timore di restare con un pugno di mosche. Vorrebbe un segnale dall’altra parte, si arrabbia e si consuma durante i distacchi di Julia, ricade in suo potere quando la vede sebbene una parte di sé resti sempre e comunque cosciente e costituisca un rifugio di massima.
Nonostante le certezze e le sicurezza costruite e consolidate, dunque, in fondo basta poco a Fosco Scionni per mettersi in discussione sebbene l’universo maschile abbia la capacità di mantenere sempre e comunque una propria inerzia grazie a una innata predilezione all’utilitarismo.
Il secondo elemento presente nella dinamica della storia, è il sentimento paterno di Fosco Scionni. Il punto di vista dell’autrice è fermo, in questo. L’amore per i figli non è un bagaglio preconfezionato che i genitori si ritrovano gratuitamente nell’armadio di casa. Pur esistendo un’ovvia predisposizione all’amore e all’accoglimento e pur essendo altrettanto ovvio che tale trasporto sia più forte nella donna, un padre molto spesso deve percorrere un tragitto per maturare la sua dimensione genitoriale. Per lui il sentimento va in parte costruito e occorrerà impegno e tempo per raggiungere un risultato consistente e comunque la chiave di svolta sarà inevitabilmente la frequentazione del piccolo. Per questo Fosco non è un personaggio negativo, è solo un uomo comune che di fronte alla gravidanza, sa perfettamente come comportarsi e che non si esime dal portare a termine le incombenze sociali e burocratiche che l’istinto, il buon senso e l’educazione lo inducono a percorrere. Non per ipocrisia, dunque, ma sulla base del vivere comune che sarà poi l’artefice del completamento della sua dimensione umana.
Sebbene Julia, la strix, la strega, dia il titolo all’opera, in definitiva, è la figura maschile al centro del palcoscenico.
Con le spinte pressanti che derivano dal suo non voler rinunciare a sognare e nello stesso tempo essere portatore di un pragmatismo di fondo che spinge a comportamenti ambigui e di compromesso in un’alternanza vertiginosa di stati d’animo comparabili a baratri di angoscia e vette d’euforia.
L’animo maschile è il luogo per eccellenza dove la logica si scontra con forze primordiali perché altro non siamo, comunque, che frutto dell’evoluzione e a ogni nostra azione corrisponde una legge naturale ben precisa e lungimirante.

Fabio Pinton – Runa Editrice
Padova, 12 febbraio 2013


strixJulia_CopertinaFronte


Quarta di copertina
Fosco Scionni è razionale e costruttivo, concentrato sul lavoro, pronto a porsi obiettivi sempre nuovi e stimolanti. Una mattina come tante altre, sua moglie Daria gli comunica che presto avranno un figlio. Poco più tardi, sull’autobus che lo conduce al lavoro, Fosco incontra Julia,una strix, una strega.
Inizia per lui una lunga odissea divisa tra le incursioni nelle due vite di Julia intervallate da un’esistenza quotidiana sempre più affastellata da dubbi, tensioni, aspettative, sensi di colpa e affannose ricerche sul web.

Autore: Cristina Lattaro
Editore: Runa Editrice
Pagine: 212
Prezzo Libro: euro 14,00
Prima edizione 2013
ISBN: 978-88-97674-07-8

Pagina facebook

strixJulia_banner
Guarda il booktrailer

Dove acquistarlo:

Direttamente sul sito della casa editrice senza spese di spedizione:Runa Editrice


Prossimamente sui principali store on-line


Strix Julia può essere ordinato in libreria.

Recensioni Anobii:
Strix Julia

Recensioni su Web:
Strix Julia recensione
Strix Julia recensione
Strix Julia recensione
Strix Julia recensione
Strix Julia recensione
Strix Julia recensione

 

ventiUndici_StrixJulia_FrontRetro


strix_TraLerighe_2013

strix_FieraDiTorino_2013

strix_SanGiorgioDiMantovaBooks_2013

strix_LiberiSullaCarta_2013

strixSugarPulp_2013